verifica muffa e condensa

Forse era meglio pensarci prima....

la verifica di muffa e condensa con

Mold3_1980

Verifica muffa con Mold PRO 2D

Mold PRO fa la verifica della muffa secondo la UNI EN ISO 13788:2013, come richiesto dal DM26/6/2015.

Molti pensano che basti verificare la temperatura superficiale nel mese più freddo, ma sbagliano.  La verifica va fatta nel mese con il fattore di temperatura minimo accettabile più alto, tra quelli dei 12 mesi dell’anno.  Mold PRO calcola tutti i valori di fRsi minimo accettabile per tutti i 12 mesi, per ogni coppia di contorno e poi mostra la formazione di muffa sulla superficie nella situazione peggiore.

Verifica muffa con Mold PRO 3D

Nel caso di ponti termici contigui la sola verifica bidimensionale non consente di capire quale sia l’effettiva temperatura superficiale. Le temperature in uno spigolo possono ad esempio essere di 2 o 3 gradi più basse rispetto a quelle rilevate con l’analisi in 2D.

Mold 3D consente di creare rapidamente dei modelli tridimensionali e di analizzare l’andamento delle temperature su tutta la superficie interna modellata. Questo è particolarmente raccomandato nel caso di verifiche di muffa su strutture complesse o mediamente isolate.

risultati più precisi con l'analisi dinamica

per sapere come il calore si distribuisce nella struttura in ogni istante

guarda il video

Verifica muffa con Mold DYNAMIC 2D

L’analisi dinamica consente di valutare il reale andamento della temperatura sulla superficie delle pareti in base ai dati climatici e all’inerzia termica della struttura.

Mold Dynamic effettua delle simulazioni agli elementi finiti in istanti successivi, tenendo conto delle curve di temperatura e umidità caricate, del calore specifico e della massa  volumetrica dei materiali. E’ quindi possibile conoscere la reale temperatura in ogni punto della sezione in ogni istante.

guarda il video

Verifica muffa con Mold DYNAMIC 3D

In Mold 3D Dynamic si combinano i vantaggi dell’analisi tridimensionale a quelli dell’analisi dinamica.

Il programma fornisce la mappatura della temperatura in ogni punto della superficie in ogni istante.  In questo modo è possibile valutare con grande precisione l’effetto combinato di ponti termici contigui al variare delle condizioni climatiche esterne e delle condizioni termoigrometriche interne. La versione dinamica può tener conto anche dell’irraggiamento sulle pareti esterne o di superfici radianti interne.

Il calcolo della condensazione interstiziale (Glaser)

verifica delle formazione di condensa interstiziale secondo UNI EN ISO 13788:2013

Condensa interstiziale con Mold PRO

Con la stessa simulazione, oltre alla verifica della muffa, Mold Simulator effettua anche la verifica di Glaser per la condensazione interstiziale, come previsto dalla ISO 13788.

L’utente può definire la quantità e la posizione dei piani di sezione su cui effettuare la verifica. Per ogni piano viene calcolata la quantità di vapore condensata e rievaporata,  con visualizzazione sia grafica che tabellare per ognuno dei 12 mesi. E’ possibile ottenere anche l’andamento della temperatura e del flusso termico lungo il piano di sezione.

guarda il video

Condensa interstiziale con Mold DYNAMIC

La simulazione dinamica consente di effettuare l’analisi di Glaser in regime variabile in base alle curve dei dati climatici e tenendo conto dell’inerzia termica della struttura.

Il programma, mediante una serie successiva di simulazioni agli elementi finiti, calcola istante dopo istante la reale temperatura in ogni punto, tenendo conto anche dell’inerzia termica della struttura. In ognuno di questi istanti valuta la possibilità che il vapore condensi all’interno di ogni strato, in base ai valori di umidità definiti per quel momento. Negli stessi istanti viene calcolato l’eventuale accumulo del condensato e del rievaporato, la cui contabilizzazione risulta quindi molto più  precisa.

Ogni mattina un progettista si sveglia e sa che dovrà andare in tribunale a rispondere di un problema di muffa.
Ogni mattina un CTU si sveglia e sa che dovrà andare in tribunale a dire che la muffa si poteva prevedere.